by a.rada|BG|2017
STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO Articolo 1° E' costituita l'Associazione denominata: " UNIONE EX-ALUNNI DELL'ORATORIO SEMINARINO Dl BERGAMO ALTA ". Articolo 2° L'associazione ha la sede sociale a Bergamo, in Via Tassis n.ro 12 presso l'Oratorio Seminarino. Articolo 3° L'Associazione ha i seguenti scopi: a) costituire un'ideale famiglia seminariana i cui vincoli sono l'amicizia e lo spirito di fraternità che si sono conosciuti e vissuti nel periodo di vita in Oratorio; b) collaborare perché la Festa del Voto venga celebrata annualmente al Seminarino, con particolare solennità, come doveroso impegno di Fede e di riconoscenza alla Madonna, da parte di tutta la comunità parrocchiale del Duomo e degli oratori; c) prestare la completa e massima collaborazione, quando richiesta, al Direttore pro-tempore dell'Oratorio Seminarino; d) promuovere, nel mese di novembre di ogni anno, un incontro di tutti gli ex-alunni al Seminarino, durante il quale sia celebrata una S. Messa di suffragio per gli oratoriani defunti; e) curare la pubblicazione periodica, almeno annuale, del giornaletto-notiziario "IL SEMINARINO EX-ALUNNI", per mantenere viva l'amicizia e la fraternità fra gli aderenti all'Unione; f) svolgere ogni altra attività riconosciuta utile per il raggiungimento dei fini istituzionali, espliciti e coerentemente impliciti anche se non menzionati; g) attuare, pur nella propria autonomia, una stretta e sincera collaborazione con tutti, in primo luogo con la Parrocchia del Duomo, nel cui territorio è situato l'Oratorio Seminarino. AI parroco del Duomo si farà esplicito riferimento per ogni iniziativa che possa essere attuata nell'Oratorio, da parte dell'Associazione;In ogni caso l'Associazione non è costituita a scopo di lucro. COMPONENTI Articolo 4° Fanno parte dell'Associazione tutti coloro che abbiano avuto un passato oratoriano, recente o remoto, ma possono farne parte anche tutti coloro che lo desiderano, condividendo gli intenti e le finalità, i quali si impegnano a partecipare alle attività di cui alI'art. 3 ed a presenziare alla FESTA DEL VOTO e all'INCONTRO DI NOVEMBRE. Articolo 5° L'adesione all'Associazione è gratuita, così come l'invio agli associati del giornaletto-notiziario "IL SEMINARINO EX-ALUNNI" deve intendersi del tutto gratuito. ORGANI Articolo 6° Sono organi dell'Associazione: - l'Assemblea degli associati; - il Comitato Direttivo; - il Presidente; - il Vice-Presidente; - la Guida Spirituale, nella persona di un Sacerdote; - il Comitato redazionale del giornaletto-notiziario "IL SEMINARINO EX-ALUNNI", senza numero prefissato. L'ASSEMBLEA Articolo 7° L'Assemblea rappresenta l'universalità degli associati.Possono intervenire all'Assemblea tutti gli associati con uguale diritto di voto.Sono di competenza dell'Assemblea: - l'approvazione delle direttive per il conseguimento degli scopi dell'Associazione; - l'elezione dei membri del Comitato Direttivo; - la delibera sulle modifiche dello Statuto, sullo scioglimento dell'Associazione e su ogni altra materia ad essa sottoposta dal Comitato Direttivo. La convocazione dell'Assemblea deve avvenire, a cura del Presidente dell'Associazione, almeno una volta all'anno, in occasione dell'incontro di novembre, mediante avviso pubblicato sul giornalettonotiziario contenente l'ordine del giorno. L'Assemblea è presieduta dal Presidente e in sua assenza da/Vice-presidente. Gli associati possono farsi rappresentare con delega scritta da un altro socio ed ogni socio non potrà rappresentare piè di tre soci, L'Assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la delega, di almeno la metà piè uno dei soci iscritti. In seconda convocazione, da tenersi anche lo stesso giorno, essa sarà validamente costituita qualunque sia il numero dei soci presenti o rappresentati. Le deliberazioni vengono assunte con la maggioranza assoluta dei voti dei presenti.Il voto è espresso per alzata di mano e nell'ipotesi di parità prevale il voto del Presidente dell'Assemblea; sarà obbligatorio il voto con scheda segreta quando trattasi di giudizi su persone. Le deliberazioni riguardanti modifiche dello Statuto e lo scioglimento dell'Associazione saranno prese con il voto favorevole di due terzi dei componenti l'Assemblea.Delle riunioni verrà redatto un verbale da custodire presso la sede dell'Associazione. IL COMITATO DIRETTIVO Articolo 8° L'Associazione è amministrata da un Comitato Direttivo composto da un minimo di cinque fino a un massimo di quindici membri, eletti dall'Assemblea, che durano in carica tre anni e sono rieleggibili. In caso di decesso o dimissioni di un componente, il Direttivo alla prima riunione provvede alla sua sostituzione chiedendone la convalida alla prima Assemblea annuale. Il Direttivo nomina, nel proprio seno, il Presidente e il Vice-Presidente. Il Comitato Direttivo formula il programma di attività dell'Associazione e provvede alla stesura dei regolamento, predispone il bilancio preventivo e consuntivo, provvede alla gestione dell'Associazione ed a quant'altro stabilito dalle norme del presente Statuto, propone le modifiche dello Statuto da sottoporre all'Assemblea. Il Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente o due dei componenti ne facciano richiesta. Le sedute del Direttivo sono valide quando interviene la maggioranza dei componenti. Le delibere sono prese a maggioranza di voti. In caso di parità prevale il voto del Presidente. Il Direttivo è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal Vice-Presidente; in assenza di entrambi dal più anziano di età dei presenti. Delle riunioni del Direttivo verrà redatto il relativo verbale, che verrà sottoscritto e conservato dal Presidente. IL PRESIDENTE Articolo 9° Il presidente dell'Associazione, od in sua assenza il Vice-presidente, rappresenta legalmente l'Associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio, presiede l'Assemblea e ne cura l'esecuzione delle deliberazioni, presiede inoltre il Comitato Direttivo e nei casi d'urgenza, può esercitare i poteri dello stesso, salvo rettifica da parte questo alla prima riunione; Esso viene eletto, come anche il Vice-presidente, dal comitato Direttivo e dura in carica tre anni, è rieleggi-bile, Il Vice-Presidente sostituisce a tutti gli effetti il Presidente in caso di sua assenza o impedimento. PATRIMONIO Articolo10° Il patrimonio dell'Associazione è costituito: a) dalle prestazioni volontarie degli associati; b) dai contributi, erogazioni ed atti di liberalità in genere elargiti da parte degli associati o da terzi; c) da tutti i beni che diverranno di proprietà dell'Associazione: Il patrimonio e le entrate sono amministrate dal Comitato Direttivo e devono essere destinati esclusivamente al raggiungimento degli scopi statutari, Nell'Assemblea annuale, che si tiene in occasione dell'incontro di novembre, il Comitato Direttivo darà il resoconto dell'attività svolta durante l'anno sociale, che inizia e termina con la suddetta Assemblea. DURATA - SCIOGLIMENTO Articolo11° La durata dell'Associazione è illimitata. Lo scioglimento dell'Assemblea, proposto dal Comitato Direttivo, è deliberato dall'Assemblea, con il voto favorevole di due terzi dei componenti. In tal caso, l'Assemblea nomina uno o più liquidatori, deliberando anche la destinazione e devoluzione dei beni costituenti il patrimonio dell'associazione. La devoluzione dovrà comunque avvenire in favore di altra associazione avente scopi analoghi e non avente finalità di lucro,
Unione ex Alunni del Seminarino
Unione ex Alunni del Seminarino
STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO Articolo 1° E' costituita l'Associazione denominata: " UNIONE EX-ALUNNI DELL'ORATORIO SEMINARINO Dl BERGAMO ALTA ". Articolo 2° L'associazione ha la sede sociale a Bergamo, in Via Tassis n.ro 12 presso l'Oratorio Seminarino. Articolo 3° L'Associazione ha i seguenti scopi: a) costituire un'ideale famiglia seminariana i cui vincoli sono l'amicizia e lo spirito di fraternità che si sono conosciuti e vissuti nel periodo di vita in Oratorio; b) collaborare perché la Festa del Voto venga celebrata annualmente al Seminarino, con particolare solennità, come doveroso impegno di Fede e di riconoscenza alla Madonna, da parte di tutta la comunità parrocchiale del Duomo e degli oratori; c) prestare la completa e massima collaborazione, quando richiesta, al Direttore pro-tempore dell'Oratorio Seminarino; d) promuovere, nel mese di novembre di ogni anno, un incontro di tutti gli ex-alunni al Seminarino, durante il quale sia celebrata una S. Messa di suffragio per gli oratoriani defunti; e) curare la pubblicazione periodica, almeno annuale, del giornaletto-notiziario "IL SEMINARINO EX-ALUNNI", per mantenere viva l'amicizia e la fraternità fra gli aderenti all'Unione; f) svolgere ogni altra attività riconosciuta utile per il raggiungimento dei fini istituzionali, espliciti e coerentemente impliciti anche se non menzionati; g) attuare, pur nella propria autonomia, una stretta e sincera collaborazione con tutti, in primo luogo con la Parrocchia del Duomo, nel cui territorio è situato l'Oratorio Seminarino. AI parroco del Duomo si farà esplicito riferimento per ogni iniziativa che possa essere attuata nell'Oratorio, da parte dell'Associazione;In ogni caso l'Associazione non è costituita a scopo di lucro. COMPONENTI Articolo 4° Fanno parte dell'Associazione tutti coloro che abbiano avuto un passato oratoriano, recente o remoto, ma possono farne parte anche tutti coloro che lo desiderano, condividendo gli intenti e le finalità, i quali si impegnano a partecipare alle attività di cui alI'art. 3 ed a presenziare alla FESTA DEL VOTO e all'INCONTRO DI NOVEMBRE. Articolo 5° L'adesione all'Associazione è gratuita, così come l'invio agli associati del giornaletto-notiziario "IL SEMINARINO EX- ALUNNI" deve intendersi del tutto gratuito. ORGANI Articolo 6 ° Sono organi dell'Associazione: - l'Assemblea degli associati; - il Comitato Direttivo; - il Presidente; - il Vice-Presidente; - la Guida Spirituale, nella persona di un Sacerdote; - il Comitato redazionale del giornaletto-notiziario "IL SEMINARINO EX-ALUNNI", senza numero prefissato. L'ASSEMBLEA Articolo 7° L'Assemblea rappresenta l'universalità degli associati.Possono intervenire all'Assemblea tutti gli associati con uguale diritto di voto.Sono di competenza dell'Assemblea: - l'approvazione delle direttive per il conseguimento degli scopi dell'Associazione; - l'elezione dei membri del Comitato Direttivo; - la delibera sulle modifiche dello Statuto, sullo scioglimento dell'Associazione e su ogni altra materia ad essa sottoposta dal Comitato Direttivo. La convocazione dell'Assemblea deve avvenire, a cura del Presidente dell'Associazione, almeno una volta all'anno, in occasione dell'incontro di novembre, mediante avviso pubblicato sul giornalettonotiziario contenente l'ordine del giorno. L'Assemblea è presieduta dal Presidente e in sua assenza da/Vice-presidente. Gli associati possono farsi rappresentare con delega scritta da un altro socio ed ogni socio non potrà rappresentare piè di tre soci, L'Assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la delega, di almeno la metà piè uno dei soci iscritti. In seconda convocazione, da tenersi anche lo stesso giorno, essa sarà validamente costituita qualunque sia il numero dei soci presenti o rappresentati. Le deliberazioni vengono assunte con la maggioranza assoluta dei voti dei presenti.Il voto è espresso per alzata di mano e nell'ipotesi di parità prevale il voto del Presidente dell'Assemblea; sarà obbligatorio il voto con scheda segreta quando trattasi di giudizi su persone. Le deliberazioni riguardanti modifiche dello Statuto e lo scioglimento dell'Associazione saranno prese con il voto favorevole di due terzi dei componenti l'Assemblea.Delle riunioni verrà redatto un verbale da custodire presso la sede dell'Associazione. IL COMITATO DIRETTIVO Articolo 8 ° L'Associazione è amministrata da un Comitato Direttivo composto da un minimo di cinque fino a un massimo di quindici membri, eletti dall'Assemblea, che durano in carica tre anni e sono rieleggibili. In caso di decesso o dimissioni di un componente, il Direttivo alla prima riunione provvede alla sua sostituzione chiedendone la convalida alla prima Assemblea annuale. Il Direttivo nomina, nel proprio seno, il Presidente e il Vice- Presidente. Il Comitato Direttivo formula il programma di attività dell'Associazione e provvede alla stesura dei regolamento, predispone il bilancio preventivo e consuntivo, provvede alla gestione dell'Associazione ed a quant'altro stabilito dalle norme del presente Statuto, propone le modifiche dello Statuto da sottoporre all'Assemblea. Il Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente o due dei componenti ne facciano richiesta. Le sedute del Direttivo sono valide quando interviene la maggioranza dei componenti. Le delibere sono prese a maggioranza di voti. In caso di parità prevale il voto del Presidente. Il Direttivo è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal Vice-Presidente; in assenza di entrambi dal più anziano di età dei presenti. Delle riunioni del Direttivo verrà redatto il relativo verbale, che verrà sottoscritto e conservato dal Presidente. IL PRESIDENTE Articolo 9° Il presidente dell'Associazione, od in sua assenza il Vice- presidente, rappresenta legalmente l'Associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio, presiede l'Assemblea e ne cura l'esecuzione delle deliberazioni, presiede inoltre il Comitato Direttivo e nei casi d'urgenza, può esercitare i poteri dello stesso, salvo rettifica da parte questo alla prima riunione; Esso viene eletto, come anche il Vice-presidente, dal comitato Direttivo e dura in carica tre anni, è rieleggi-bile, Il Vice-Presidente sostituisce a tutti gli effetti il Presidente in caso di sua assenza o impedimento. PATRIMONIO Articolo10° Il patrimonio dell'Associazione è costituito: a) dalle prestazioni volontarie degli associati; b) dai contributi, erogazioni ed atti di liberalità in genere elargiti da parte degli associati o da terzi; c) da tutti i beni che diverranno di proprietà dell'Associazione: Il patrimonio e le entrate sono amministrate dal Comitato Direttivo e devono essere destinati esclusivamente al raggiungimento degli scopi statutari, Nell'Assemblea annuale, che si tiene in occasione dell'incontro di novembre, il Comitato Direttivo darà il resoconto dell'attività svolta durante l'anno sociale, che inizia e termina con la suddetta Assemblea. DURATA - SCIOGLIMENTO Articolo11 ° La durata dell'Associazione è illimitata. Lo scioglimento dell'Assemblea, proposto dal Comitato Direttivo, è deliberato dall'Assemblea, con il voto favorevole di due terzi dei componenti. In tal caso, l'Assemblea nomina uno o più liquidatori, deliberando anche la destinazione e devoluzione dei beni costituenti il patrimonio dell'associazione. La devoluzione dovrà comunque avvenire in favore di altra associazione avente scopi analoghi e non avente finalità di lucro.